Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 65 vCTvEaXZoS

SKU1369249615
Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS
vans Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS Furgoni Scarpe Da Donna Bianco Misura 6.5 vCTvEaXZoS

Asics Gt 2000 2 Donna 85 VfzNv

From the Ground to the Cloud

Office Location

Repubblica Ceca

Venerdì 15 Giugno 2018

abbonati subito
Società

La storia di Daniel Fiorelli, 32 anni, con alle spalle già tre "battaglie" contro il Linfoma di Hodgkin, un raro tumore del sistema linfatico

Parole chiave : Scarpe In Pelle Converse Per Le Donne uvqdxe1Pr
(1), Daniel Fiorelli (1), Skechers Bob Pantofole Da Donna BcYIjw6
(1)
27/10/2017 di a cura di Selina Trevisan

Daniel Fiorelli ha solo 32 anni, ma alle sue spalle conta già tre "battaglie" contro il Linfoma di Hodgkin, un raro tumore del sistema linfatico. Daniel ha deciso di raccontare il suo percorso in un libro, "Infine la luce", che sta presentando proprio in questo periodo in varie città. Appassionato di sport e di musica, si ritrova a 25 anni nemmeno compiuti a dover fare i conti con questa drammatica realtà della malattia, affrontando pesanti esami clinici, numerosi cicli di chemioterapia, tremendi disturbi fisici conseguenti all’assunzione di questi medicinali. Nel mentre Daniel non si fa abbattere e prosegue la sua vita da ragazzo, nonostante le difficoltà che dovrà affrontare, come la lontananza della propria ragazza, un terribile incidente di lei che la porterà a frequentare compagnie sbagliate, e ancora episodi di malasanità e il ripresentarsi per altre due volte (nel 2012 e nel 2014) della malattia, che riuscirà a debellare grazie al grande dono della donazione di midollo osseo.Abbiamo incontrato Daniel e con lui abbiamo parlato del suo vissuto, che vi invitiamo a leggere anche per sostenere l’AIL - Associazione Italiana contro le Leucemie, linfomi e mieloma di Trieste e Udine, a cui il giovane donerà parte del ricavato dalla vendita della sua testimonianza, acquistabile sulla piattaforma Pubme (libreria.pubme.me/narrativa/254-infine-la-luce.html)

Non avevo mai accusato particolari fastidi fisici che mi portassero a dire "questo potrebbe essere un tumore", a parte un forte prurito alle gambe tra aprile e maggio del 2010, che riconducevo ad un’allergia alle graminacee e ai pollini di cui soffro. Improvvisamente, il 21 giugno, alla sera dopo la doccia, mi sono trovato un "bernoccolo" sulla clavicola che, dopo i primi esami, è emerso essere un linfoma. Io nemmeno sapevo cosa fosse un linfoma e quando mia mamma mi disse che linfoma o tumore erano la stessa cosa, ho passato due giorni di paura totalizzante: temevo di morire, non ero lucido per poter pensare a come ne sarei potuto uscire.Dopo tre giorni dalla TAC che ha confermato la presenza del Linfoma di Hodgkin, l’aver parlato con alcuni infermieri e con il primario, che mi hanno spronato dicendomi che avrei attraversato periodi duri, avrei dovuto collaborare per far avere un esito positivo alle terapie, ma ne sarei potuto uscire e riprendere una vita normale, a praticare sport, ho trovato la forza. Da quel momento ho deciso di impegnarmi al 100%, o anche di più, con determinazione e fino in fondo per tornare come prima. Avere qualcuno vicino che ti guida, che ti dà sicurezza, che non ti butta giù di morale è importantissimo. Poi molto mi ha aiutato la Fede.

Sono sempre stato credente, magari non sempre praticante, ma la Fede ha sempre fatto parte della mia vita e mi ha sostenuto nel corso della prima malattia. Quando mi hanno riscontrato il ritorno del linfoma, nel 2012, ho avuto un momento di crollo. Mi sentivo perso non capivo come fosse possibile, come Dio mi potesse fare questo. Con la terza malattia invece, grazie all’incontro con delle persone speciali, mi sono riavvicinato alla Fede e in essa ho trovato moltissima forza. Mi era stato consigliato di chiedere aiuto a Santa Teresa del Gesù Bambino, a cui ora sono devoto, attraverso una novena. Seguii il consiglio e mi fui concessa la grazia.Sento ancora oggi la forza della Fede e mi definisco un miracolato; sono convinto che qualcosa di speciale sia successo.

È un tumore del sistema linfatico e presenta alcuni sintomi tipici, che però nel mio caso non ho avuto. I principali sono la sudorazione notturna, febbricole - non alte ma che proseguono anche per due o tre settimane - e perdita di peso rilevante. Io ho avuto solo uno dei sintomi secondari, il prurito alle gambe. Oggi le speranze di uscita dalla malattia si stanno alzando. La prima volta che mi sono ammalato, le speranze erano circa all’85%, oggi si può sperare nella guarigione per il 95% dei casi, dopo trattamento chemio o radioterapico. Dopo la guarigione, permette un recupero totale; con tempi lunghi, ovviamente, ma è possibile riappropriarsi della vita che si aveva prima della malattia.Nel mio percorso ho incontrato altre due persone affette dal mio stesso linfoma, racconto anche di loro nel libro. Il conoscerli mi ha dato una sensazione molto particolare: l’aver trovato qualcun altro in una situazione estrema come la tua ti dà forza e sostegno.

Ho deciso di sostenerle per la grande vicinanza che mi hanno offerto e che offrono a tutti i malati e loro famigliari. Secondo me se una persona malata è psicologicamente e mentalmente forte, ha molta più facilità nella riuscita della sconfitta della malattia e nel recupero totale. Sono persone quelle dell’AIL che si impegnano tantissimo, sono volontari e ritengo si debba assolutamente aiutarli, sostenendo l’importante ruolo che rivestono per una maggiore riuscita nel superamento della malattia.Nel corso delle mie tre malattie, soprattutto con l’ultima, dove sono stato sottoposto a trapianto di midollo osseo da donatore esterno, sono venuto poi in contatto con l’ADMO - Associazione Donatori di Midollo Osseo - Sezione di Gorizia, con la quale ho iniziato a collaborare. Insieme a questa e alle AIL di Trieste e Udine perseguirò con il doppio scopo di sostenerle e sensibilizzare sull’importante tema della donazione di midollo, attraverso una serie di serate - incontro.

Uno degli obiettivi del mio libro è anche quello di trovare il mio donatore, ci spero davvero. Spero che la mia storia arrivi fino a lui o lei che sia, che si riconosca e mi contatti. Ovviamente la prima cosa che gli direi sarebbe "Grazie infinite", ma vorrei poi parlare con lui/lei per capire che persona sia, conoscerla, per sapere come si sia avvicinata a questo grande dono che mi ha fatto. Mi piacerebbe riuscire a sensibilizzare i ragazzi, tra i 18 e i 35 anni, a "tipizzarsi", ossia tramite un normalissimo prelievo di sangue, farsi inserire nelle banche dati per la donazione di midollo. Se si risulta compatibili con un malato, si viene sottoposti a un intervento di estrazione dal bacino, che non ha conseguenze, a parte il sentirsi come l’aver preso una botta forte al fianco per due o tre giorni dopo l’operazione.Un paio di giorni di fastidio, per salvare una vita, credo valgano la pena.Con un piccolo gesto si può aiutare una persona a vivere e, contemporaneamente, si dà un grande senso alla propria vita.

Daniel sta preparando una serata - incontro a Mossa, presso il Centro Civico, per la prima metà di novembre; successivamente sarà presente a Doberdò del Lago, in un incontro assieme al Coro Kras, e a Cervignano del Friuli.

© Voce Isontina 2018 - Riproduzione riservata

Forse ti può interessare anche:

Infine la luce Votazione: 0 /5 ( 0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Nike Donna Air Force 1 Bianco Basso Upstep Metodologia Br Formatori RKI6WoJC
o Gelchallenger 9 Tennis Recensione Scarpa Asics xV7JUBkLz
per votare questa pagina.

Questo sito utilizza cookie tecnici per il corretto funzionamento e cookie di profilazione di terze parti. Procedendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.

Show Navigation
Hide Navigation

Dente di leone o soffione

Il tarassaco, detto anche "dente di leone" è un'erbacea perenne che cresce spontanea, molto diffusa e nota nella cultura popolare per le sue proprietà e in cucina, dal tipico sapore amarognolo. Si consiglia di non raccogliere il tarassaco vicino alle strade o a zone inquinate. Si usa ogni parte della pianta, dalle foglie, alle radici, ai fiori. Il succo o lattice è amarissimo. È una pianta comunissima a carattere infestante e molto facile da riconoscere nei prati, sia in pianura che in alta montagna, sui cigli delle strade, nei campi. I frutti del tarassaco formano quei soffioni che tanto divertono i bambini.

Utilizzo principale

In cucina si usa il tarassaco per la preparazione di insalate , ottimo unito al crescione ulizzando le foglie più tenere. Le foglie cotte, che possono anche essere conservate in congelatore, si mangiano condite con olio e aceto o stufate in padella con olio e aglio. Si usano moltissimo nelle minestre come ingrediente principale e nelle frittate. I boccioli dei fiori non dischiusi e i bottoni che portano i nappi possono essere conservati in salamoia o sotto aceto per usarli a mò di capperi. Parte molto buona e poco conosciuta è la radice che lessata e condita con olio di oliva offre un piatto delizioso.

Altri utilizzi

Il tarassaco è usato in erboristeria sotto forma di compresse, polvere o radice essiccata. Tutte le parti della pianta vengono anche impiegate nella preparazione di vini, liquori, aperitivi, birra.

Decotto, infuso e tisana di tarassaco

Si possono preparare decotti e tisane depurative. Il decotto di radice usato come lozione per il viso ha proprietà tonificanti ripristinando il normale colorito della pelle del viso. L’infuso dei fiori ha anche applicazioni cosmetiche e come lozione per schiarire le efelidi .

La pianta

È una pianta erbacea perenne, alta 15-30 cm. Radice lunga, grossa, cilindrico-fusiforme, fibrosa semplice o 2-3 volte ramificata, biancastra e lattiginosa all’interno, brunastra all’esterno. Il succo o lattice è amarissimo.

Dove trovarli e come riconoscerli

Di Tarassaco ne sono ricchi i prati, sia in pianura che alta montagna, i cigli delle strade, i campi. È una pianta comunissima a carattere infestante e molto facile da riconoscere.

I fiori di tarassaco

Sono di colore giallo e riuniti in capolini. I frutti del tarassaco, chiamato anche “dente di leone”, formano quei soffioni che tanto divertono i bambini.

Stagionalità

I suoi fiori gialli si raccolgono da marzo a ottobre, la radice si raccoglie in maggio-giugno o meglio in autunno, perché in questo periodo è più ricca di inulina. Le foglie si raccolgono in aprile-maggio.

Reperibilità

Facilissimo da reperire. Si consiglia di non raccogliere il tarassaco vicino alle strade o a zone inquinate. È in commercio anche nei grandi supermercati.

Varietà

Ne esistono molte varietà, da nane, 10 cm, a giganti, fino a 70 cm.

Come pulire

Lavare bene sotto l'acqua e possibilmente usando anche del bicarbonato.

Falso miele di tarassaco per accompagnare formaggi piccanti

Ingredienti

Procedimento

Suggerimenti

Essendo leggermente amaro, e se il gusto amaro non piace, si consiglia di cucinarlo con qualcosa di dolce come carote, patate, zucca, cereali, legumi, noci e similari, spezie. Non bisogna cuocerlo eccessivamente , per non fargli perdere tutte le proprietà benefiche, come tutte le verdure a foglia andrebbe solo scottato.

Habitat

Il tarassaco cresce molto facilmente, anche direttamente sulla ghiaia . Si sviluppa in molteplici regioni temperate e fredde sino a 2000 metri di altitudine.

Celiachia

Non contiene glutine.

Controindicazioni

Anche se il tarassaco non è una pianta tossica, occorre il parere medico perché controindicata in caso di infiammazione o occlusione delle vie biliari, nelle gastriti, ulcere e durante terapie con antiinfiammatori. È sconsigliato alle donne in gravidanza e in allattamento e sconsigliata ai soggetti che abbiano subito l’asportazione della colecisti. Consultare il proprio medico.

diuretico
Info
+39 0421 2982 Nike Sb Dunk High Nuvole Pro Buybuy Opshv
Chiama ora!
Area download

Tutti i materiali utili per scoprire le nostre proposte: il catalogo generale, la mappa e tante altre informazioni a tua disposizione

Mizuno Mens Pattini Correnti Onda Pilota 19 cblWxDWCyq
I nostri uffici

Ufficio Prenotazioni, Reception e Ufficio Informazioni. Orari di apertura per informazioni e richieste al personale del Centro Vacanze

Velocità Realflex Scarpe Da 30 In Esecuzione Mens Reebok ZnCGJmw2Oj
Partners

Marchi di qualità, collaborazioni selezionate e convenzioni per offre tante opportunità fuori dal soggiorno al Villaggio San Francesco

Scopri
Centro Vacanze San Francesco - Località Duna Verde - Caorle - (Ve) P.IVA 01162910267